A volte ritornano: il nucleare. La proliferazione nucleare, by Angelo Baracca

By Angelo Baracca

Show description

Read Online or Download A volte ritornano: il nucleare. La proliferazione nucleare, ieri, oggi e soprattutto domani PDF

Similar nanotechnology books

Zinc Oxide Bulk, Thin Films and Nanostructures: Processing, Properties, and Applications

With an in-depth exploration of the subsequent issues, this ebook covers the large makes use of of zinc oxide in the fields of fabrics technological know-how and engineering: - contemporary advances in bulk , skinny movie and nanowire development of ZnO (including MBE, MOCVD and PLD), - The characterization of the ensuing fabric (including the similar ternary platforms ZgMgO and ZnCdO), - advancements in gadget processing modules (including ion implantation for doping and isolation ,Ohmic and Schottky contacts , rainy and dry etching), - The function of impurities and defects on fabrics houses - functions of ZnO in UV gentle emitters/detectors, gasoline, organic and chemical-sensing, obvious electronics, spintronics and skinny movie

Atomic clusters and nanoparticles

Enthusiastic about easy technology, this publication studies experiments on steel clusters in lengthy pedagogically written articles. readers also will locate articles starting from density sensible idea to computing device simulations of cluster dynamics.

Nano-Semiconductors: Devices and Technology (Devices, Circuits, and Systems)

With contributions from best overseas specialists from either and academia, Nano-Semiconductors: units and know-how is a must-read for someone with a major curiosity in destiny nanofabrication applied sciences. taking into consideration the semiconductor industry’s transition from regular CMOS silicon to novel machine structures—including carbon nanotubes (CNT), graphene, quantum dots, and III-V materials—this ebook addresses the cutting-edge in nano units for electronics.

Nanoscale Fluid Transport: From Molecular Signatures to Applications (Springer Theses)

This thesis demonstrates how molecular modeling ideas can be utilized to achieve major insights into a number of purposes which are more and more attracting study curiosity as a result of their societal value. It offers leading edge rules that, by way of changing the elemental actual phenomena taking place on the solid/liquid interface, let the fluid shipping in nanochannels to be manipulated that allows you to increase the functionality of the sensible functions.

Additional resources for A volte ritornano: il nucleare. La proliferazione nucleare, ieri, oggi e soprattutto domani

Example text

1): questa tecnica fu utilizzata per Little Boy, la testata all'uranio che distrusse Hiroshima. Involucro Uranio Esplosivo Fig. 1 — Bomba nucleare a fissione: schema del meccanismo «a cannone». Il problema di base per realizzare una bomba a fissione è di avere una massa di uranio altamente arricchito o di plutonio che non sia critica (altrimenti la bomba potrebbe esplodere spontaneamente), ma di farla divenire critica al momento dell'innesco: questo richiede un iniziatore, cioè una sorgente di neutroni che inneschi la reazione a catena nel momento preciso in b) La tecnica a implosione è più sofisticata e complessa, ma anche più sicura: essa si rese necessaria fin dall'inizio nelle testate al plutonio, per la probabilità, sia pur piccolissima, del suo isotopo Pu-240 di subire la fissione spontanea (cioè di spezzarsi spontaneamente), la quale può causare l'innesco precoce della reazione a catena, cosa che comprometterebbe l'efficienza e la potenza dell'esplosione.

Ma dalla nascita dell'era nucleare si sono prodotti un gran numero di radioisotopi artificiali, i quali cioè non esistono in natura. Questi radioisotopi hanno composizioonfigurazioni interne molto anomale, e decadono spesso secondo altri ni e c processi: uno comune, e particolarmente pericoloso, è l'emissione di neu- n enziale. La maggiore o minore rapiditâ con cui si disintegra un determinato ra dioisotopo si esprime definendo, da questa legge di decadimento, il tempo (o periodo) di dimezzamento z che è il tempo necessario perché si disintegrino la metà dei nuclei contenuti inizialmente in un determinato campione radioattivo 57 .

L'uranio utilizzato nei reattori «si esaurisce», nel senso che diminuisce il suo contenuto di U-235: esso deve quindi venire sostituito periodicamente. Ma il combustibile spento presenta un'altissima radioattività, e contiene, oltre ai prodotti di fissione, plutonio generato dall'U-238. Il ritrattamento del combustibile esaurito consiste nella separazione dell'U-235 residuo e del plutonio dai rifiuti veri e propri, altamente radioattivi: esso può venire eseguito dopo un tempo sufficiente perché la sua attività si abbassi, ma è comunque un processo estremamente pericoloso (oggi solo la Francia e la Gran Bretagna gestiscono impianti di ritrattamento: a parte ovviamente quelli sviluppati da paesi come l'India per realizzare la bomba), che produce scorie radioattive e plutonio.

Download PDF sample

Rated 4.58 of 5 – based on 35 votes